Ricerca rapida

Affina la ricerca

CATALOGO > badlands > Two times intro. In viaggio con Patti Smith
 
Two times intro. In viaggio con Patti Smith
Michael Stipe
prezzo online
19.00 €
 
collana:
pagine:
anno:
formato:
ISBN:
traduzione:
badlands
128
2014
24,8x17
9788895166315
Flora Misitano
 
Sinossi

Dopo 16 anni di assenza, e dopo aver subito la morte prematura del marito e del fratello, Patti Smith, convinta dal suo amico Bob Dylan, ritorna finalmente sul palco per una serie di concerti nella East Coast davanti a un pubblico elettrizzato e commosso. 
A rendere “eterno” il viaggio, con la sua macchina fotografica, c’era un altro poeta, Michael Stipe, fondatore dei R.E.M.: i suoi scatti insieme improvvisati e spontanei, raccolti in questo libro, registrano le vicende ormai circondate da un alone di leggenda di quella tournée. Palchi da allestire, strumenti da provare, abiti sdruciti appesi a una gruccia nello spogliatoio di una palestra del Connecticut, ma anche letteratura e poesia. Due settimane di “suono e stupore” che, come scrive William S. Burroughs nell’introduzione, produssero sul pubblico l’effetto dei riti voodoo, dove chi assiste “viene letteralmente trasportato in un’altra dimensione”.

Un racconto per immagini e non solo, un taccuino di appunti che brilla di una magica e sorprendente ispirazione.
Michael Stipe

Nato a Decatur nel 1960, John Michael Stipe è oggi una delle star più luminose del firmamento rock: voce e leader dei R.E.M. fino al loro scioglimento, è autore della maggior parte dei testi della band.
Definiti da «Rolling Stone» la miglior rock’n’roll band d’America, i R.E.M. hanno scalato gradino per gradino le gerarchie della musica popolare, passando dallo status di gruppo da radio universitaria a star capaci di vendere più di 70 milioni di copie dei loro dischi in tutto il mondo, fino ad essere inclusi nel 2007 nella Rock and Roll Hall of Fame.

Michael Stipe, da sempre interessato alle diverse arti, ed artista visuale lui stesso, vive attualmente a New York e collabora, insieme a Thomas Dozol, al progetto/sito di fotografia “The Selby”
Recensioni
 
Ti potrebbero interessare anche
Con chi parli, Jonah?
di Mark Sullivan
 
Verso nord
di Willy Vlautin
 
Fallire
di James Greer