Ricerca rapida

Affina la ricerca

CATALOGO > badlands > Con chi parli, Jonah?
 
Con chi parli, Jonah?
Mark Sullivan
prezzo online
14.00 €
 
collana:
pagine:
anno:
formato:
ISBN:
traduzione:
badlands
192
2015
14x21
9788895166339
Federica Merani
 
Sinossi

Con chi parli, Jonah? è un sorprendente, divertente e toccante romanzo d’esordio che mescola sapientemente magia e (dolorosa) realtà, spiriti intesi come fantasmi e spirito nel senso di alcol, il cui abuso può sabotare con facilità il funzionamento di un’intera famiglia. 


Come un milk-shake uscito da un frullatore con dentro Susan Hinton, Stephen King e Tom McGuane, Con chi parli, Jonah? racconta lo storia di Jonah Hart, un quindicenne con un piccolo problema che ha timore di rivelare: è circondato da aeree e invisibili presenze dal giorno della morte del padre, finito in un burrone con la sua Porsche Convertible, gonfio di Martini. 

Dal giorno del suo funerale il padre del ragazzo parteciperà alla vita del figlio come mai aveva fatto prima, nei suoi sei anni da padre ubriacone: lo consiglierà, lo informerà sulla vita dei morti e sul futuro dei vivi, dando al ragazzo poteri di preveggenza che lo renderanno assai popolare nel college che frequenta… Finché un giorno i fantasmi che lo assillano diventeranno davvero pericolosi e violenti, e Jonah sarà costretto a una drastica decisione…

 

 
Mark Sullivan

Mark J. Sullivan III è nato nel 1961 a Washington DC, città dove vive con la moglie e due figli e in cui, fin dai tempi del college, è stato uno degli animatori della scena punk rock della metà degli anni Ottanta. 

Fondatore degli Slinkees, una band di liceali poi divenuti famosi, nel 1985 mise insieme un suo gruppo, i Kingface, destinati a brillare per quattro brevi e luminosi anni nella scena underground della capitale. I loro testi, perfetti per una scena tanto carica di istanze politiche e volontà di cambiamento come quella che diede loro origine, brillavano per intelligenza, originalità e ironia, rivelando insieme il romanticismo e la rabbia dei protagonisti di quegli anni e l’abilità letteraria di Mark Sullivan. 

Dopo una meteorica e leggendaria rentrée di una sera, al Black Cat di Washington nel 1996, il gruppo si sciolse definitivamente, permettendo al suo vocalist di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, per approdare con questo suo esordio nel prestigioso catalogo della super-indie newyorchese Akashic.

Recensioni
 
Ti potrebbero interessare anche
Two times intro. In viaggio con Patti Smith
di Michael Stipe
 
Verso nord
di Willy Vlautin
 
Fallire
di James Greer