ULTIME USCITE
I draghi non conoscono il paradiso
Caio Fernando Abreu
Per tutte le altre destinazioni
Fabrizia Pinna
RASSEGNA STAMPA E RECENSIONI
 
Un matrimonio benedetto
di Ngūgī wa Thiong’o
prezzo online
13.00 €
 
collana:
pagine:
quarup
192
 
Il keniano Ngugi wa Thiong'o sfiora per l'ennesima volta il Nobel
di Redazione

Da Bob Dylan a uno scrittore keniano. Sarebbe stato bello, anche perché l'intellettuale, poeta, saggista e professore universitario Ngugi wa Thiong'o insegue il Nobel per la letteratura dal 2012.

Ogni anno i bookmaker lo danno nella ristretta rosa dei favoriti, e puntualmente l'ambito premio va a qualche altro grande personaggio. Anche la finale del 2017, che ieri ha dato il suo verdetto, ha visto Ngugi appena sotto il vincitore, il giapponese naturalizzato britannico Kazuo Ishiguro.

Si sperava che la difficile situazione del suo Paese potesse dare quel "quid" in più alla giuria svedese.
Sarebbe stato un ottimo segnale ai politici keniani sul senso della cultura in Kenya, per riportare il senno nel caotico momento di crisi istituzionale.
La carriera letteraria di Ngugi parte dall'Indipendenza del suo Paese e dalla fine dell'era coloniale, raccontata nel romanzo Un chicco di grano, tradotto anche in italiano. Una storia che ripercorre retroscena e paradossi del passaggio storico dall'Impero britannico alla Repubblica del Kenya, tra Mau Mau, intrighi e accordi sottobanco, che si alternano alle vicende dei due protagonisti.
Ngugi wa Thiong'o negli anni Settanta è stato osteggiato per le sue idee dal governo del
presidente Arap Moi, che lo mise anche in carcere.

Durante quell'esperienza, abbandonò la lingua inglese e decise di iniziare a scrivere racconti e romanzi nella lingua della sua tribù, il Gikuyu.

Il suo romanzo Diavolo in croce, che venne scritto interamente negli anni del carcere, è stato il primo della serie e ha un'altra curiosa particolarità, è stato composto interamente di nascosto, su rotoli di carta igienica. Seguono altri romanzi e novelle tradotti in italiano, come Petali di sangue, Sogni in tempo di guerra e Un matrimonio benedetto.

Ngugi wa Thiong'o vive ormai stabilmente negli Stati Uniti, ma ormai torna tranquillamente a Nairobi.


Leggi la recensione nella sua pagina web

Tutte le recensioni
La vergogna dell’uomo diviso (Sara Amorosini)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Le vite segrete di Ngugi (Paola Splendore)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Aspettando il Nobel. In Kenya con Ngūgī wa Thiong’o (Emanuela Riverso)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Un matrimonio benedetto, di Ngūgī wa Thiong’o (Roberto Russo)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Uno scrittore africano sulle soglie del Nobel (Luciano Luciani)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Un matrimonio benedetto (Giorgia Del Monte)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Il keniano Ngugi wa Thiong'o sfiora per l'ennesima volta il Nobel (Redazione)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione
 
Ngūgī wa Thiong’o | Un matrimonio benedetto (Claudia Pezzetti)
guarda il video
guarda il video
leggi la recensione
scarica il pdf della recensione
leggi la recensione